Richiedi il visto per Cuba e l'assicurazione viaggio per andare a Cuba
- IT EN FR ES

Il modo più semplice per richiedere il visto turistico per andare a Cuba e per invitare un cubano in Italia

Viaggio a Cuba fai date consigli sulle città cubane da visitare ?

Viaggio a Cuba fai date consigli sulle città cubane da visitare ?

CUBA > News

Per un Viaggio a Cuba fai date potrebbe essere molto interessante partendo dalla città proprio dove si atterra cioè l’Havana .

Vi suggeriamo di prenotare  prima della partenza una macchina a noleggio con costi di circa 55/75 euro al giorno dipende dalla stagione  per effettuare i diversi spostamenti all’interno dell’isola cubana dove vale la pena visitare diverse città in modo da fare un tour che comprende sia mete culturali ma anche godere di uno splendido mare caraibico in modo tale da rendere il più piacevole possibile la vostra vacanza a Cuba .

Durante tutta l'escursione potete decidere da vivere l'esperienza anche soggiornando presso le case particular oppure in hotel coloniali .

 

Il tour a Cuba fai da te  che vi suggeriamo di fare prevede la visita presso città che fanno parte del patrimonio dell'umanità a spiagge caraibiche indimenticabili con una permanenza minima di cavanze a Cuba di 3 settimane:

 

1.      L’ Avana   patrimonio dell'umanità soggiorno minimo per 2 giorni

2.      Santa Clara soggiorno minimo per 2 giorni 

3.      Cayo Coco soggiorno minimo per 3 giorni

4.      Santiago de Cuba  soggiorno per 2 giorni

5.      Camaguey  soggiorno per 1 giorno 

6.      Trinidad   città coloniane patrimonio dell'umanità soggiorno per 3 giorni

7.      Playa Larga  soggiorno per 3 giorni

8.      Viñales   patrimonio dell'umanità soggiorno per 2 giorni

9.      Cayo Levisa soggiorno per 3 giorni

 

Tour de l’Havana Vecchia

Fate una passeggiata a piedi nella parte più vecchia e pittoresca di l‘Havana Vecchia può essere un’esperienza che porterete per sempre nei vostri occhi e nel vostro cuore.

Un tour a piedi de l’Havana Vecchia

La parte vecchia della città che è anche quella più caratteristica e più ricca architettonicamente parlando è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.

In questo quartiere che è il quartiere più popolare di tutta la città vi imbatterete in palazzi, piazze, monumenti, chiese tutto in stile coloniale e molto pittoresco;

In queste strade troverete animazione e musica ad ogni angolo della strada e tante persone che vi saluteranno con un sorriso e spesso incrocerete bambini per strada che vi chiederanno qualche caramella  e vi perderete a gironzolare fra i vari mercatini .

L’Havana si snoda in 4 piazze :

La Plaza de la Catedral è senza dubbio la piazza più famosa e visitata dell’Havana Vecchia: è una piazza che pullula di cultura, e oltre alla Cattedrale ospita diversi musei e palazzi tra i quali il Museo de Arte Colonial, un pittoresco palazzo completamente restaurato, considerato Patrimonio dell’Umanità, dove è possibile ammirare mobili e arti decorative con grandi raccolte di porcellane, vetri, piatti e servizi da tavola tutto risalente al periodo coloniale.

La cattedrale, splendida costruzione barocca, dal 1795 al 1898 circa ha custodito le ceneri di Cristoforo Colombo ma quando Cuba vinse la guerra d’indipendenza furono sottratte alla città e portate in Spagna.

Sempre all’interno di Plaza de la Catedrale è possibile ammirare il Palacio de los Marqueses de Aquas Claras, una caratteristica costruzione della seconda metà del XVIII secolo.

Oggi il palazzo ospita un famoso ristorante, El Patio, dove potrete mangiare direttamente seduti nella meravigliosa Piazza della Cattedrale intrattenuti musicalmente da piacevoli artisti locali.

La Bodeguita del Medio

Vicino alla Cattedrale c’è una strada, Calle Empedrado, dove al civico 107 potrete trovare la famosissima Bodeguita del Medio.

La Bodeguita nacque inizialmente come negozio di generi alimentari e successivamente in un bar/ristorante dove iniziarono ad essere serviti piatti e cocktail tipici della cucina cubana.

In quegli anni fu creato un nuovo tipo di cocktail a base di rum, zucchero di canna, Yerba Buena (simile alla nostra menta ma dal sapore più delicato) e lime: nacque così il famoso mojito che diventarà poi un simbolo della nazione e sarà bevuto successivamente anche in tutto il resto del mondo.

Il locale fu frequentato da diversi personaggi illustri  tra i quali uno dei più famosi c’è  lo scrittore Ernest Hemingway assiduo frequentatore del locale e amante in generale di Cuba.

Su una delle pareti potrete vedere la famosa frase scritta da Hemingway: “My mojito in La Bodeguita, my daiquiri in El Floridita”.

Plaza de Armase da tanti artisti che durante il corso degli anni vollero lasciare i loro messaggi, i loro pensieri o semplicemente le proprie firme su tutte le pareti della Bodeguita, tanto che il locale oggi è completamente tappezzato da scritte, grafiti e foto di chi è passato di lì e ha voluto lasciare un segno.

Proseguendo la passeggiata a piedi per la città vecchia, l’altra piazza che potrete visitare è Plaza de Armas chiamata così perché intorno al XV secolo in questa piazza accadevano diversi eventi a carattere militare.

La piazza è stata restaurata negli ultimi anni ed è stata riportata agli antichi splendori.

Su un lato della piazza sorge il maestoso Palacio de los Capitanes Generales risalente al XVIII secolo dove risiedevano capitani e generali spagnoli che in quell’epoca governavano Cuba.

Successivamente, intorno alla fine del 1800, fu sede anche degli amministratori degli Stati Uniti durante l’occupazione americana. Proprio in questo palazzo nel 1899 fu siglato il trattato che determinò la fine della dominazione spagnola sull’isola di Cuba.

Nel 1917 diventò la sede del Municipio, oggi è sede del Museo de la Ciudad.

Sull’altro lato della piazza sorge una piccola chiesa, chiamata El Templete, proprio nel punto dove il 16 novembre del 1519, secondo la tradizione, è stata fondata la città de l’Havana, celebrata la prima messa e il primo consiglio cittadino.

Al centro e sui lati della piazza durante il giorno sono presenti bancarelle di libri usati e di souvenir. Vi consigliamo di fare un giretto anche alla Casa del Café in una strada vicina a Piazza delle Armi (Calle Baratillo): è un bar dove all’interno, oltre ad assaporare tanti tipi di caffè dalle diverse miscele, è anche possibile acquistare del buon caffè fatto proprio da loro.

Adiacente alla Casa del Café c’è un negozio di sigari, simbolo di Cuba; fateci un giretto e fatevi spiegare come sono fatti i sigari: ce ne sono davvero di tanti tipi e tutti diversi tra loro, sarà divertente perdersi fra un churchill e un romeo y julieta!

Infine sempre in zona piazza delle armi se amate le fortezze, potrete visitare il Castillo de la Real Fuerza risalente alla metà del 1500 costruita a scopo difensivo ma che in breve tempo si rivelò inefficace a causa della sua posizione troppo interna alla baia. Oggi è sede del Museo Nazionale della Ceramica Artistica.

Plaza de San Francisco

Vicino al porto , la passeggiata potrebbe proseguire in Plaza de San Francisco.

La Piazza ospita la Basilica Menor de San Francisco de Asis, dedicata all’omonimo santo, e un convento. La basilica è stata trasformata in sala per concerti mentre il convento è diventato un museo che raccoglie oggetti religiosi. Il campanile della basilica, alto più di 40 metri, offre una vista mozzafiato della città.

Di fronte alla basilica troviamo la Lonja del Comercio, una volta sede della borsa, oggi ospita le aziende straniere che lavorano in territorio cubano. Sul vertice della cupola dell’ex borsa domina la statua del dio Mercurio.

Al centro della piazza c’è la Fuente de los Leones, realizzata dall’italiano Giuseppe Gaggini il quale utilizzò dei pregiati marmi di Carrara. Per tanti anni questa fonte era considerata un punto di riferimento per tutti quelli che approdavano al porto lì vicino e si rifocillavano alla fonte di acqua potabile.

Playa Vieja

Infine, ma non certo meno importante delle altre, troviamo Playa Vieja. Restaurata recentemente, nel 1500 circa era considerata una zona residenziale e si chiamava Playa Nueva. Agli inizi del 1800 fu trasformata in una zona di mercati e con la nascita del mercato nuovo nella Piazza del Cristo, le fu cambiato il nome in Playa Vieja.

Gli edifici che la circondano hanno un importante valore storico e artistico e grazie alle recenti ritrutturazioni sono tornati agli originali splendori.

Potreste iniziare la vostra visita della piazza dalla Camera Oscura che è in cima all’Edificio Gomez Vila, a circa 35 metri d’altezza, avrete così una bella visuale sulla piazza e su tutta la baia.

il Palazzo più antico della piazza è la Casa del Conde de San Juan de Jaruco oggi trasformata in galleria d’arte (La Casona) per mostre personali. Al centro della piazza troviamo una fontana risalente alla fine del 1700 con lo stemma de l’Havana e del Conte di Santa Clara, il quale è stato governatore della capitale.

Altri palazzi interessanti sono la Casa del Conde Lombillo oggi sede del museo dell’educazione, la fototeca de Cuba che ospita mostre fotografiche e il Planetario dove è possibile osservare e conoscere meglio i pianeti e le costellazioni. Inaugurato recentemente, il Planetario, è stato realizzato grazie ad una gentile donazione del governo giapponese al popolo cubano.

Case Particular a Santa Clara

Città dedicata al mito di Che Guevara è sede del famosissimo mausoleo: un enorme monumento formato da statue del comandante e lapidi che narrano delle sue gloriose vicende. Interessante anche il museo che si trova sottostante: potrete ammirare oggetti personali e meravigliose foto inedite della vita del comandante.

Inoltre Santa Clara è sede di una delle più importanti università dell’isola, non sarà difficile scovare per le vie del centro gruppi di studenti a spasso per la città!

Mare a Cayo Coco

Cayo Coco è un’isola situata nella parte centro orientale di Cuba e fa parte del complesso dei “Jardines del Rey“: un arcipelago composto da circa 2500 fra isole ed isolotti.

Cayo Coco deve il suo nome all’iris bianco chiamato dagli autoctoni “pajaro cocco”.

Insieme a Cayo Guillermo, è famosa per i tanti resort di lusso e quindi per lo svago e la bella vita: sono presenti hotel di prima categoria con piscine, campi da tennis e tanto altro per l’intrattenimento e il divertimento. Ma si deve essere dei veri amanti del mare per poter andare a Cayo Coco altrimenti si rischia di annoiarsi!
Entrambe le isole sono collegate con la terraferma grazie ad una lingua di terra lunga circa 25 km, costruita ad hoc per facilitare e incoraggiare il turismo. Tale costruzione ha suscitato non poche polemiche da parte degli ambientalisti che si lamentavano del disagio della flora e della fauna locale.

Tuttavia è molto suggestivo percorrere questo terrapieno circondato dal mare, sembra di guidare sull’acqua!

I cubani non sono ammessi e per poter percorrere la strada che vi condurrà a Cayo Coco, ma in generale per arrivare ai Giardini del re, dovrete superare un controllo passaporti da parte della polizia locale e pagare una piccola tassa di 2 cuc. La tassa va pagata anche al rientro in terraferma!

I Jardines del Rey sono collegati alla terraferma anche grazie ad un aeroporto che si trova proprio a Cayo Coco.

Case Particular a Santiago de Cuba

Seconda città dell’isola situata a circa 800 km a sud de l’Havana.

Si affaccia sul mare, ha infatti uno dei porti più attivi e più importanti dell’isola ed è circondata dalla Sierra Maestra, uno dei principali sistemi montuosi.

Sicuramente a causa della sua posizione così vicina a Santo Domingo, Santiago risente molto dell’influsso caraibico respirabile nelle vie della città sempre molto vivace e solare!

Ma Santiago non è solo musica e bella vita è anche storia e cultura: durante il vostro soggiorno non potrete favi sfuggire il parco Cespedes con l’imponente cattedrale, il suggestivo balconcino di Velasquez dal quale si riesce a vedere un bellissimo panorama e appena fuori città il castello del Morro, un antica fortezza costruita per proteggere la città dalle invasioni.

Case Particular a Camaguey

Camaguey situata a 500km a sud de l’Havana è la terza città dell’isola.

E’ riicca di monumenti, piazze e chiese in stile coloniale e inoltre è conosciuta come “la città delle giare” usate un tempo per raccogliere l’acqua piovana, oggi sono presenti in molti cortili e in molte case solo a scopo decorativo. Vale sicuramente la pena fermarsi almeno un giorno.

A Camaguey vi consigliamo: “Hostal Ivan & Lucy” una casa deliziosa con un patio da sogno, inoltre la padrona di casa è un’ottima cuoca!

Case Particular a Trinidad

Fondata da Diego Velasquez agli inizi del 1500 si trova nel costa occidentale nel cuore di Cuba.

Trinidad è il fiore all’occhiello dell’arte coloniale: case colorate, strade acciottolate, piazze e chiese ben curate fanno tornare indietro nel tempo e permettono di respirare quell’aria coloniale e magica tipica di Cuba.

Appena fuori città, nella Valle de los Ingenios, sono visibili le immense piantagioni di zucchero; vale la pena fare una visitina alla torre di Iznaga: un tempo usata per controllare il lavoro degli schiavi nelle piantagioni di zucchero, adesso dalla torre si può ammirare il panorama.

A Trinidad non  perdetevi l’accoglienza e l’ospitalità della Famiglia Santana!

Una bellissima casa colonica con giardino interno dove potrete godervi i vostri pasti!

Case Particular a Playa Larga

Situata sulla costa occidentale dell’isola, a pochi km dal parco naturale Cienaga de Zapata e dalla famosa “Baia dei Porci” sede nel 1961 di un tentativo di invasione da parte degli americani ai danni del governo cubano e di Fidel Castro. Bagnata dal mar dei Caraibi è una località non solo per chi ama il mare ma anche per gli amanti degli animali e della natura in generale infatti a pochi km da Playa Larga è possibile visitare il parco naturale Cienaga de Zapata: una meravigliosa distesa di verde, piante, laghi e un… allevamento di coccodrilli! Un paradiso per gli amanti della natura!

Vi consigliamo “Casa Dayami”: vi aprirà la porta la simpaticissima Signora Dayam! Ha aperto da poco l’attività ma ha capito subito come trattare i clienti: è veramente una persona in gamba e da lei potrete mangiare dell’ottimo… coccodrillo!

Case Particular a Viñales

Si trova nella parte più occidentale dell’isola a circa 150 km a ovest de l’Havana immersa nel verde del parco della provincia di Pinar del Rio.

Cittadina nota per la coltivazione del tabacco e per le sue immense piantagioni.

Meta turistica per eccellenza per gli amanti della natura e del trekking, è infatti possibile organizzare escursioni a piedi o a cavallo all’interno del parco.

Da non dimenticare la presenza di alcune suggestive grotte, alcune visitabili, tra le più famose la Cueva dell’Indio.

Mare a Cayo Levisa

E’ una piccolissima isola nella regione di Pinar del Rio a nord ovest de l’Havana: un piccolo paradiso di soli 3 km di spiaggia bianca finissima circondata da mare cristallino.

L’isola completamente disabitata offre un unico EcoResort .

L’Ecoresort è in via di espansione, tuttavia essendo una piccola isola il numero dei bungalow sarà sempre molto inferiore rispetto ai grandi villaggi che si trovano in giro.

Questa struttura, infatti, è adatta soprattutto alle coppie alla ricerca di privacy e soprattutto agli amanti della pace e del completo relax poiché non è prevista animazione, solo qualche lezione di salsa.

Sull’isola è presente un unico ristorante con solo cucina creola e un bar, i bambini non sono ammessi.

È possibile fare escursioni in barca per lo snorkeling e per ammirare la barriera corallina e se avrete un po’ di fortuna potrete scovare anche il lamantino: una specie protetta in via d’estinzione.

Cayo Levisa è raggiungibile dal porto di Palma Rubia: c’è un traghetto la mattina e uno il tardo pomeriggio; durata del tragitto una mezzora circa.


<<pagina precedente